Vai al contenuto

Il forum degli amanti del mobile, dove pensiero e passione si coniugano in maniera trasversale e senza peli sulla lingua!

Contribuisci alla crescita del forum portando qui i tuoi amici. Accendi la passione!
In evidenza
  • Il forum senza peli sulla lingua

Tutte Le Attività

Queste attività si auto-aggiornano     

  1. Nell'ultima ora
  2. Gazza

    Consigli per gli acquisti cellulari Oppo

    Amazon no, non lo vende. Solo accessori (ho preso una cover per il Reno, davvero fantastica). E' comunque un peccato che gli amazzoni non vendano prodotti Oppo, in futuro chissà.....
  3. A inizio mese Oppo aveva stupito un po’ tutti pubblicando un breve, ma efficace video su Twitter in cui mostrava il funzionamento della fotocamera frontale nascosta al di sotto dello schermo (lo trovate a fine articolo). Si tratta infatti di una soluzione “avveniristica” a cui stanno puntando anche altri produttori, ma a quanto pare l’azienda cinese sarà la prima a raggiungere questo traguardo tecnologico. Oppo infatti ha invitato diversi rappresentanti della stampa a partecipare a una demo live nel suo stand al Mobile World Congress che si terrà a Shanghai a fine mese. Stando a quanto riporta l’invito, alla presentazione ci sarà anche la possibilità di toccare con mano il prototipo. L’evento è previsto per il prossimo 26 giugno alle ore 14:00 locali. LEGGI ANCHE: La nostra prova del 5G Vodafone a Milano con Xiaomi e LG L’implementazione di una tecnologia del genere, come si può facilmente comprendere, è fortemente agognata dai produttori così come dagli utenti. In questo modo infatti lo schermo potrebbe espandersi fino a coprire praticamente tutta la superficie frontale, non dovendo più riservare alcuno spazio per cornici o notch. Allo stesso tempo anche tutte le altre soluzioni emerse in questi mesi, che per quanto originali e funzionali hanno sempre dei limiti strutturali, diverrebbero obsolete. For those seeking the perfect, notchless smartphone screen experience – prepare to be amazed. You are taking a very first look at our under-display selfie camera technology. RT! 🤯 pic.twitter.com/FrqB6RiJaY — OPPO (@oppo) June 3, 2019 1 vai alla fotogallery L'articolo Il prossimo 26 giugno Oppo mostrerà dal vivo la sua fotocamera integrata sotto al display (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  4. È da un po’ di tempo che non vi parliamo di Mx Player, una delle app più popolari per la riproduzione video dopo VLC, perlomeno fino a qualche tempo fa. Il player infatti è rimasto sostanzialmente inattivo a lungo, pur mantenendo le sue apprezzate funzioni e già l’ultima volta, lo scorso ottobre, riportavamo notizia di un aggiornamento composto praticamente solo da bugfix. Ora invece sembra che gli sviluppatori si siano svegliati dal lungo torpore e abbiano rilasciato un aggiornamento per la versione a pagamento. La buona notizia quindi è l’arrivo della possibilità di riprodurre video anche al di fuori dell’app tramite il Picture-In-Picture. Come potete leggere nel changelog riportato nello screenshot più in basso, tutti gli utenti con Android Oreo o superiore possono avvantaggiarsi del PiP per vedere i filmati in locale. LEGGI ANCHE: La nostra prova del 5G Vodafone a Milano con Xiaomi e LG Se ciò non fosse sufficiente pare che la funzione verrà portata anche sulle versioni precedenti di Android prossimamente. Parlando di feature in arrivo, l’utente che ha segnalato la novità su Reddit fa riferimento anche ad un futuro supporto a Chromecast. Continuate a seguirci per restare aggiornati e se nel frattempo volete provare l’app, qui sotto trovate il badge per l’installazione direttamente dal Play Store di MX PLayer Pro, qui invece la versione gratuita con annunci pubblicitari. 1 vai alla fotogallery L'articolo MX Player Pro si aggiorna con il supporto al Picture-In Picture (per Android Oreo e superiori) (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  5. Ma551m0

    Samsung Galaxy S10+ [OFFICIAL THREAD]

    Ciao. Mi spiace, posso solo suggerirti l'applicazione. Non avendo S10+ non posso nemmeno testarla. Ciò che so è subordinato a ciò che leggo in giro e, in virtù di quello, ti ho suggerito quella applicazione, appunto. Per WhatsApp: prova a switchare su off la voce "usa notifiche a priorità alta" e "nessuna notifica a comparsa". Se non sbaglio però... Dovrebbe esserci anche un video tutorial, messo a disposizione dallo Sviluppatore.
  6. Io faccio cerca aggiornamenti e nn trova.... Inviato dal mio SM-G975F utilizzando Tapatalk
  7. Oggi
  8. Nonostante abbia deciso di non pubblicare più versioni Beta per il mercato globale e di limitare ad alcuni modelli il rilascio di MIUI China Beta ROM Xiaomi a quanto pare sta ancora sviluppando nuove funzioni nel canale sperimentale del suo firmware. I colleghi di XDA oggi hanno scoperto che il clone dell’applicazione Digital Wellbeing – la cui versione originale è stata introdotta da Google solo su alcuni smartphone – ha ricevuto un rilevante aggiornamento. Mentre finora la funzione si concentrava soprattutto sul tempo in cui lo schermo era attivo, sulla quantità di notifiche ricevute e sulla frequenza di sblocco del telefono, con l’ultimo aggiornamento ha ricevuto alcune funzionalità dal Digital Wellbeing originale. Come potete ammirare nelle immagini qui sotto, ora è possibile fissare un timer distinto per ogni app il cui uso viene quindi tracciato separatamente e nel momento in cui il tempo fissato venisse superato quella determinata applicazione viene resa non più disponibile. LEGGI ANCHE: La nostra prova del 5G Vodafone con LG e Xiaomi È anche possibile stabilire delle tempistiche diverse per giorni lavorativi e fine settimana, ma non si può eliminare un giorno dal calendario dei controlli. Anche se la funzione fa parte di MIUI 10 è altamente probabile che non arrivi al grande pubblico prima di MIUI 11, ma soprattutto c’è da sperare che questo clone sviluppato da Xiaomi di Digital Wellbeing non abbia implicazioni sulle performance dei dispositivi come accade con la versione originale sviluppata da Google. 4 vai alla fotogallery L'articolo Una versione più completa e raffinata del Digital Wellbeing di Xiaomi appare su MIUI 10 Beta (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  9. an-cic

    Essential PH-1 [OFFICIAL THREAD]

    non saprei, io l'ho installata tramite l'app ma dopo 10 minuti ha fatto la ricerca e mi era apparso
  10. Se siete interessati agli smartphone dotati di pennino, LG Stylo 5 potrebbe interessarvi. Oggi sono trapelate le prime immagini ufficiali che mostrano il telefono confermandone l’aspetto e le colorazioni disponibili (grigio, nero e lavanda). A giudicare da quello che si può vedere rispetto al precedente modello non ci sono differenze evidenti in termini di design. I pulsanti e il lettore di impronte digitali sembrano distribuiti in maniera identica, stesse cornici e anche stessa posizione per la fotocamera posteriore (anche se pare avere un aspetto leggermente più integrato nel corpo). Il pennino invece – ossia la sua caratteristica principale – non si mostra direttamente, ma stando a quanto si intravede nello sfondo della home, anch’esso sembra sostanzialmente invariato. Probabilmente sotto il cofano ci saranno maggiori novità, ma in assenza di specifiche non possiamo esprimerci al riguardo. In ogni caso il setup di LG Stylo 4 farà probabilmente da base a cui aggiungere un SoC e una versione di Android più recenti. LEGGI ANCHE: La nostra prova del 5G Vodafone a Milano con Xiaomi e LG Considerando anche la mancanza di novità forti, ragionevolmente anche il prezzo dovrebbe rimanere molto vicino a quello del suo predecessore – ossia 299$. La data di lancio è ancora incerta, anche se ci sono riferimenti al prossimo 15 luglio, poco più di un anno dopo l’arrivo di LG Stylo 4. 3 vai alla fotogallery L'articolo LG Stylo 5 si mostra nei primi render ufficiali e non sembra avere molte differenze con chi l’ha preceduto (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  11. Si tratta di uno dei classici esperimenti alla Google. Alcuni utenti, la maggior parte in India, vedono nell’app Android di YouTube una novità rivolta alla sezione commenti. Di solito la sezione in questione appare scrollando verso il basso, subito dopo le informazioni di base sul video, le info sul canale e i vari video suggeriti. Nella nuova interfaccia che stanno vedendo alcuni utenti la sezione commenti sparisce dalla parte inferiore dell’interfaccia. Per accedervi è stato pensato un nuovo pulsante dedicato che va ad affiancarsi a quelli già esistenti per i like e i dislike al video attualmente in fase di riproduzione. Premendoci si apre la sezione commenti senza “perdere tempo” a scrollare la pagina. Ovviamente il video continua a rimanere nella parte superiore dell’interfaccia. LEGGI ANCHE: Come ho trasformato un entry-level in… qualcosa di più! Effettuando un drag verso il basso da questa nuova “interfaccia” si effettuerà un refresh dei contenuti senza ovviamente andare ad intaccare la riproduzione del video. Un cambio tutto sommato che sembra ben pensato. Fateci sapere se anche voi vedete la nuova interfaccia per i commenti! L'articolo Google sta “nascondendo” i commenti dei video YouTube sull’app Android sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  12. Fabrizio BT1

    LG v50 [OFFICIAL THREAD]

    Miracolooooooooo Raccordo altezza porta di Roma
  13. Anche per l’ultimo top di gamma di ASUS, lo ZenFone 6 molto ben accolto per il suo prezzo accattivante, è giunta l’ora di passare l’esame Zack, ovvero essere testato sul tavolo delle torture del celebre JerryRigEverything. L’aspetto più atteso è sicuramente il comportamento del modulo fotografico ruotante che potrebbe non ispirare troppa fiducia nella sua resistenza. Il test del buon vecchio Zack inizia con la consueta prova di resistenza ai graffi del vetro frontale: il Gorilla Glass 6 di ASUS ZenFone 6 si comporta relativamente bene mostrando i primi graffi solo tra il sesto e settimo livello della scala di Mohs. La parte più interessante riguarda la resistenza del modulo fotografico motorizzato: Zack prova in tutti i modi a forzare e perturbare il meccanismo ma quest’ultimo si comporta bene e dopo tutto continua a funzionare a dovere. Buona anche la reazione ad un’ipotetica caduta dello smartphone, seguita da una tempestiva chiusura automatica del modulo per evitare danni. LEGGI ANCHE: ASUS ZenFone 6, la recensione Anche la prova del fuoco viene superata lodevolmente da ZenFone 6: dopo 8 secondi i pixel del display si sono anneriti ma raffreddandosi sono tornati al loro stato originale. Nessun problema nemmeno durante il bend test: il device di ASUS è molto solido e presenta una buona resistenza alla flessione, non mostrando alcun piegamento dopo le sollecitazioni di Zack. Per ulteriori dettagli sui test condotti da Zack su ASUS ZenFone 6 vi lasciamo al video completo riportato qui sotto. Vi aspettavate un risultato simile? L'articolo ASUS ZenFone 6 agli esami da Zack: ruotante è sinonimo di resistente? (video) sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  14. Durante il Google I/O 2019 è stata annunciata l’unione di Google Home e Nest. Obiettivo un ecosistema per la casa smart unificato sotto il nome di Google Nest, caratterizzato dai prodotti già usciti di entrambe le realtà e ovviamente tutti quelli a venire. Speaker smart, videosorveglianza, termostati e non solo sono adesso sotto una divisione unica. Questa piccola rivoluzione della domotica di BigG si palesa oggi, anche in Italia, con la chiusura dello store digitale sul sito di Nest. I prodotti Nest, incluso il neo-arrivato Google Nest Hub, sono adesso acquistabili sul Google Store, quello dove si trovano anche Chromecast e smartphone Pixel. D’ora in avanti se volete acquistare un prodotto della domotica made in Mountain View, non vi resta che raggiungere il negozio ufficiale unificato. L'articolo Il negozio di Nest.it si sposta sul Google Store italiano sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  15. tarari86

    Nokia 9 PureView [OFFICIAL THREAD]

    Il link Google drive non si apre Inviato dal mio Pixel 3a utilizzando Tapatalk
  16. sev7en

    Nokia 9 PureView [OFFICIAL THREAD]

    Avrei voluto e potuto fare questo test io, avendo tutto... ma se mi aspettaste, morireste di fame eheh miiii tempus fugit per cui intanto ci pensano gli altri (sicuramente con un livello qualitativo superiore a quella del sottoscritto, poi provvedo): https://qz.com/1608890/photos-is-a-16-lens-camera-better-than-a-5-lens-smartphone-camera/ Qui nella versione non compressa: https://drive.google.com/drive/folders/1_E0yHeKIDIBllUkie1F0pBfgxiahUCiJ
  17. Da un anno a questa parte Xiaomi ha firmato un accordo di collaborazione con Meitu per ottenere la licenza tecnologica sui suoi prodotti e venderli nei mercati internazionali. Da questa collaborazione potrebbe nascere uno smartphone interessante, sebbene non originalissimo. Il poster che vedete nella galleria in basso ritrae Little Fairy (piccola fata per noi) che potrebbe essere i nome, o l’identificativo del modello, del dispositivo che Xiaomi e Meitu potrebbero realizzare: il suo aspetto più interessante è sicuramente il modulo fotografico, dotato di meccanismo rotante proprio come ASUS ZenFone 6 e di tre sensori fotografici disposti in un quadrato, proprio come il Mate 20 Pro di Huawei. Sicuramente si tratta di un’idea interessante, che gioverebbe soprattutto alla qualità fotografica. LEGGI ANCHE: Pamu Slide, la recensione Stando ad alcune esternazioni della stessa Xiaomi su Weibo, ed anche alla colorazione rosa, il nome Little Fairy potrebbe anche essere quello definitivo scelto per lo smartphone. Al momento il produttore cinese non ha condiviso altro su questo dispositivo, torneremo ad aggiornarvi appena ne sapremo di più. 2 vai alla fotogallery L'articolo Immaginate una fusione tra Mate 20 Pro e ASUS ZenFone 6? Xiaomi e Meitu potrebbero realizzarla (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  18. Novità Netflix Luglio 2019 – Eccoci come di consueto con le novità Netflix per il mese venturo. Il servizio di streaming si arricchisce infatti di mese in mese di contenuti originali e non quali film, serie TV, documentari, anime e altro. Questo mese Netflix si gioca una tripletta niente male! Durante il mese di luglio sono infatti previste la terza stagione di Stranger Things, la terza stagione de La Casa di Carta e la stagione finale di Orange is the New Black, tre fra le serie TV originali più seguite ed apprezzate dell’intero catalogo. Tra le serie non originali segnaliamo anche l’arrivo della seconda stagione di Riverdale. A seguire anche un discreto elenco di film. Non è tutto comunque, aggiorneremo questo articolo con le altre novità appena verranno annunciate dalla divisione italiana. Serie TV Originali Netflix Bangkok Love Stories: Object of Affection (Stagione 1) – 02/07/2019 – Un mite tecnico informatico si invaghisce di una graffitara il cui disturbo di personalità multipla peggiora dopo aver assistito ad un duplice omicidio. Gli Ultimi Zar (Stagione 1) – 03/07/2019 – Quando all’inizio del XX secolo la Russia è scossa da cambiamenti sociali, lo Zar Nicola II li osteggia scatenando una rivoluzione che porrà fine alla dinastia. Stranger Things (Stagione 3) – 04/07/2019 – È arrivata l’estate a Hawkins, in Indiana. La Casa di carta (Stagione 3) – 19/07/2019 – Stavolta i soldi non c’entrano. Stavolta c’è di mezzo la famiglia. Orange is the New Black (Stagione finale) – 26/07/2019 – Ricordati i loro volti. Ricordati le loro voci. Show Comici Originali Netflix Katherine Ryan: Glitter Room – 01/07/2019 – In questo pungente speciale comico girato a Los Angeles, Katherine Ryan parla di uomini, di vendite di torte, famiglie reali, test del DNA e tanto altro. Serie TV Riverdale (Stagione 2) – 01/07/2019 – Impegnati a districarsi tra sesso, amori, scuola e famiglia, l’adolescente Archie e i suoi amici si ritrovano invischiati in un cupo mistero a Riverdale. Film About a Boy – 01/07/2019 – Will è un londinese alla moda e irresponsabile che si inventa un figlio immaginario e inizia a frequentare incontri con genitori single in cerca di nuove conquiste. Ace Ventura Missione Africa – 01/07/2019 – Ace si reca nella giungla africana per recuperare un raro pipistrello bianco. Se fallisce, si scatenerà sicuramente una guerra con la violenta tribù dei Wachootoo. Elizabeth: The Golden Age – 01/07/2019 – Fra tradimenti di vario tipo e la minaccia di un’invasione, la regina Elisabetta si strugge per l’amore dell’avventuriero spaccone Sir Walter Raleigh. I Love Radio Rock – 01/07/2019 – Nel 1966, un gruppo di DJ che ama far feste si diverte un mondo gestendo una radio su una nave nel Mar del Nord, trasmettendo musica proibita a milioni di ascoltatori. Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo – 01/07/2019 – Mentre eventi insoliti creano sconcerto negli esperti mondiali, un uomo ossessionato dagli UFO è attratto da una montagna misteriosa che porterà ad un incontro unico. La mia Africa – 01/07/2019 – Nata in Danimarca, sposa per convenienza un barone donnaiolo, ma quando si trasferisce con lui a Nairobi, s’innamora di un cacciatore anticonformista. Lone Survivor – 01/07/2019 – Mark Whalberg interpreta il Navy SEAL Marcus Luttrell in questo film d’azione ispirato a una sfortunata missione realmente intrapresa per eliminare un capo talebano. Panic Room – 01/07/2019 – Una donna e la figlia si ritrovano a giocare al gatto e al topo con tre rapinatori nella loro casa di New York, nascondendosi nella camera blindata. Rent – 01/07/2019 – Ispirato a “La Bohème” di Puccini, questo musical segue le vicende di un gruppo di artisti spiantati di New York alle prese con amore, droga e AIDS. Requiem for a Dream – 01/07/2019 – La crescente dipendenza da anfetamina e da un programma TV di auto aiuto di una vedova e i problemi del figlio tossicodipendente, della sua ragazza e dell’amico. Resident Evil: Apocalypse – 01/07/2019 – Con l’aiuto della collega Jill, la coraggiosa Alice mette a rischio la propria vita per indagare su una forza maligna in agguato a Raccoon City. Sette anime – 01/07/2019 – Schiacciato da un oscuro segreto, l’agente dell’IRS Ben Thomas cerca di migliorare la vita di sette estranei bisognosi di una seconda possibilità. State of Play – 01/07/2019 – Quando l’amante è stata trovata morta, un membro del Congresso tenta disperatamente di evitare lo scandalo, mentre due giornalisti scoprono un’impressionante rete di bugie. Swiped – 01/07/2019 – L’innovativa app per appuntamenti creata da due compagni di università facilita il dilagare di rapporti occasionali in campus… e delle complicazioni che ne derivano. The Croods – 01/07/2019 – Quando un terremoto distrugge la loro caverna, una misteriosa famiglia preistorica è obbligata a viaggiare attraverso terre sconosciute alla ricerca di una nuova casa. The To Do List – 01/07/2019 – Un’inesperta liceale prepara una lista delle attività erotiche che vorrebbe sperimentare prima di andare all’università. Venerdì 13 – Il terrore continua – 01/07/2019 – Dopo aver “ucciso” Jason in “Venerdì 13 – Capitolo Finale”, Tommy è cresciuto e viene trasferito in una casa d’accoglienza, dove i terribili omicidi ricominciano. Vento di passioni – 01/07/2019 – Il clan dei Ludlow, composto dal padre William e i fratelli Alfred, Tristan e Sam, si scioglie quando quest’ultimo si arruola contro il parere del padre. Anime Full Metal Panic (Stagione 1) – 01/07/2019 – La popolare liceale Kaname Chidori possiede i poteri dei “Whispered”, che la rendono il bersaglio di una micidiale organizzazione terroristica. Documentari Il contabile di Auschwitz – 01/07/2019 – Decenni dopo la Seconda Guerra Mondiale, un ex ufficiale delle SS viene processato dalla nativa Germania per la sua complicità nell’assassinio di ebrei di Auschwitz. L'articolo Le migliori novità Netflix di luglio: Stranger Things, La Casa di Carta, Orange is the New Black, Full Metal Panic sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  19. Truecaller, l’app inizialmente nata come mezzo per identificare il mittente delle chiamate vocali e che ha riscosso un grande successo per questo, sta sempre più ampliando la sua offerta. L’ultima novità riguarda l’introduzione delle chiamate VoIP. Le chiamate basate sulla tecnologia Voice over IP sono gratuite, basta disporre di una connessione internet. Dunque la novità permetterà delle chiamate vocali gratuite tra gli utenti di Truecaller. L’immagine in galleria mostra un’anteprima dell’interfaccia di chiamata implementata nell’app, il rilascio sarebbe partito già da alcuni giorni esclusivamente per gli utenti Android ma soltanto oggi gli sviluppatori l’hanno annunciata. LEGGI ANCHE: Honor 20, la recensione La funzionalità dovrebbe dunque trovarsi nella versione più recente dell’app, qui sotto trovate il badge di download per reperirla sul Play Store. 1 vai alla fotogallery L'articolo Truecaller si arricchisce con le chiamate VoIP: rilascio già partito su Android (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  20. Wind ha aggiornato le sue offerte disponibili per i nuovi clienti aggiungendo due nuove opzioni, la prima dedicata agli attuali clienti degli operatori virtuali e la seconda per tutti i nuovi clienti. L’offerta dedicata esclusivamente ai clienti degli operatori virtuali che passeranno a Wind, esclusi ho. Mobile e Kena Mobile, si chiama Wind Smart 50 Flash+, la quale prevede una tariffa mensile di 6,99€ ed offre: Minuti illimitati di chiamate verso tutti i numeri nazionali. 50 GB di traffico dati fino alla velocità del 4G. LEGGI ANCHE: le migliori offerte Wind Il costo di attivazione dell’offerta è nullo se si acquista la SIM online scegliendo la spedizione a domicilio, invece ammonta a 11,99€ se si sceglie il ritiro in negozio. in entrambi i casi è previsto un ulteriore addebito di 10€ su credito residuo se la SIM non dovesse rimanere attiva almeno per 24 mesi. Per i nuovi clienti Wind è stata lanciata l’offerta All Digital 40 + 100, la quale prevede una tariffa mensile di 14,99€ ed include: Minuti illimitati di chiamate verso tutti i numeri nazionali. 40 GB di traffico dati fino alla velocità del 4G. Inoltre, attivando questa offerta si avranno a disposizione 100 GB di ulteriore traffico dati da usare entro il prossimo 22 settembre. Il costo di attivazione dell’offerta è nullo se si acquista la SIM online scegliendo la spedizione a domicilio, invece ammonta a 4,99€ se si sceglie il ritiro in negozio. in entrambi i casi è previsto un ulteriore addebito di 10€ su credito residuo se la SIM non dovesse rimanere attiva almeno per 24 mesi. L'articolo Wind punta i clienti dei MVNO: minuti illimitati e 50 GB a 6,99€ al mese sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  21. Mi 9T è arrivato a breve distanza da quello che in Asia è stato presentato come Redmi K20. Passando oltre la nomenclatura scelta (fatichiamo a capire il senso di alcune scelte) è indubbio che in tanti, fan del brand cinese, stavano aspettando l’arrivo di un nuovo medio gamma dal prezzo davvero contenuto che potesse smuovere le acque. Scopriamo oggi Xiaomi Mi 9T la cui vendita è appena iniziata. LEGGI ANCHE: Migliori smartphone 7.0 Confezione All’interno della confezione troviamo un alimentatore 12V/1.5A, un cavo USB/USB-C e una cover in plastica morbida per proteggere lo smartphone. 8.5 Costruzione ed Ergonomia Mi 9T ha la qualità costruttiva di Xiaomi Mi9, ovvero la qualità di un vero top di gamma. Il frame opaco è in metallo e posteriormente troviamo un vetro curvo che lascia intravedere, almeno nella colorazione nera, una trama effetto carbonio. In mano non risulta leggerissimo, visto che il peso è di 191 grammi, ma è comunque proporzionato e non sbilanciato. Non è comunque neanche particolarmente compatto, ma si utilizza nel quotidiano senza particolari impedimenti. 8.5 Hardware Xiaomi Mi 9T utilizza un processore Snapdragon 730 octa core da 2,2 GHz con GPU Adreno 618. Abbiamo poi 6 GB di RAM e 64 o 128 GB di memoria interna, anche se purtroppo non espandibile. Questa è sicuramente l’unica vera pecca di questo dispositivo. Abbiamo poi l’LTE fino a 400 Mbps, il Wi-Fi ac, il Bluetooth 5.0 e l’NFC. Il supporto dual SIM è poi ovviamente ancora una volta presente e non mancano neanche la radio FM e il jack audio. C’è anche un led di notifica, posizionato però sulla parte superiore e inserito nel meccanismo della fotocamera popup. La porta è USB-C ma non supporta l’uscita video. Per quanto riguarda gli sblocchi abbiamo un discreto lettore di impronte sotto al display e lo sblocco con il volto 2D, che va però attivato scorrendo sullo schermo verso l’alto, per far espellere la fotocamera e avviare il (rapido) riconoscimento. Buono l’audio fornito dal singolo speaker posizionato nella parte inferiore. SCHEDA: Xiaomi Mi 9T 8.0 Fotocamera Lo smartphone è dotato di ben 3 fotocamere. La principale è una 48 megapixel ƒ/1.8 che scatta foto da 12 megapixel interpolando quattro pixel in uno per una maggiore luminosità. In più scattando in questa modalità si potrà anche utilizzare l’intelligenza artificiale per riconoscere le scene e anche attivare l’HDR automatico. Xiaomi ha aggiunto però anche un’opzione per scattare a piena risoluzione perdendo però tutte le “magie” del software. La fotocamera realizza buoni scatti e si difende anche di notte, dove non arriva però alla qualità dei top di gamma. In aiuto arriva la modalità notte che aiuta a realizzare scatti più luminosi senza sacrificare ulteriormente la qualità, richiedendo però di rimanere fermi una manciata di secondi. Abbiamo poi un sensore zoom 2x da 8 megapixel ƒ/2.4 e una fotocamera da 13 megapixel ƒ/2.4 grandangolare. Simpatiche e utili in varie circostanze anche se ovviamente (vista l’apertura) inutili o quasi di notte. Abbiamo poi una discreta modalità ritratto e una modalità pro. Buoni i video in 4K e meglio quelli in Full HD, dove la stabilizzazione ha un effetto più marcato. A qualsiasi risoluzione si può comunque passare da una fotocamera all’altra senza problemi. Buona anche la fotocamera popup frontale da 20 megapixel ƒ/2.2 L’HDR non è troppo potente ma gli scatti sono definiti e con un buon bilanciamento. 23 vai alla fotogallery 8.5 Display Xiaomi Mi 9T monta un bel display da 6,39″ AMOLED. Lo schermo ha una risoluzione FullHD+ (1080 x 2340 pixel) e supporta la tecnologia HDR. Parliamo di un pannello altamente godibile, tarato con colori brillanti e una buona luminosità massima. Supporta anche l’always-on (arricchito da varie grafiche) ed è possibile anche riaccenderlo semplicemente sollevando lo smartphone. 8.0 Software Se avete mai usato uno smartphone Xiaomi/Redmi sapete di cosa stiamo parlando. Un software ricco di funzionalità, che non rinuncia però alla chiarezza grafica e alla coerenza estetica. Non ci sono novità rispetto al passato in questa MIUI 10.3 (basata su Android 9.0 Pie) ma troviamo comunque tutte le funzionalità più famose: le dual app per usare con due account diversi la stessa app, la possibilità di sdoppiare l’intero sistema, i temi e le comodissime gesture di navigazione. A tal proposito segnaliamo solo qualche sporadico “impiccio” fra queste gesutre e la digitazione con la tastiera virtuale. Una noia vera è però l’assenza del supporto ad Android Auto. Speriamo venga aggiunto in futuro con un aggiornamento software. La MIUI di Mi 9T scorre comunque fluida in ogni occasione, al pari dei top di gamma della stessa azienda. 11 vai alla fotogallery 8.5 Autonomia Lo smartphone Xiaomi monta al suo interno una batteria da ben 4000 mAh che garantisce ottimi risultati in termini di autonomia. Si arriva a fine giornata senza problemi e anche con un utilizzo più intenso non ci sarà problemi ad avvicinarsi ai due giorni di autonomia. Manca la ricarica wireless, ma è presente la ricarica rapida a 18W. 8.0 Prezzo Il prezzo di lancio per la variante 6/64 è di 329€. Ci vogliono 70€ in più per il modello 6/128. Prezzo ottimo quello di partenza, un po’ meno quello della variante con più memoria interna, che potrebbe comunque tornare comoda a molti vista l’assenza di espandiblità. Tutte le migliori offerte di Xiaomi Mi 9T Acquisto Xiaomi Mi 9T è disponibile su Amazon.it al prezzo di lancio. Controllate il box sotto per aggiornamenti. Benchmark Foto 14 vai alla fotogallery L'articolo Recensione Xiaomi Mi 9T: il pacchetto completo (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  22. Non accenna a concludersi la tormentata vicenda con protagonista Galaxy Fold, il primo smartphone pieghevole di Samsung che avrebbe dovuto debuttare nei mercati internazionali lo scorso 26 aprile ma poi rimandato per i noti problemi al display. A ravvivare la vicenda, dopo alcune notizie poco confortanti per coloro che ancora sperano in un suo lancio, è stato il vice presidente della divisione display di Samsung, Kim Seong-cheol: ad un evento tecnologico in Corea del Sud ha dichiarato che i problemi al display del pieghevole sono praticamente risolti e Galaxy Fold sarebbe dunque pronto per impattare positivamente sul mercato. LEGGI ANCHE: Pamu Slide, la recensione Chiaramente le ultime dichiarazioni infondono positività a chi spera in un rilancio ufficiale dello smartphone ma non costituiscono un’ufficialità dato che, ad ora, nessun evento correlato è stato annunciato da parte di Samsung. Aggiorneremo l’articolo se dovessero emergere ulteriori conferme in merito. L'articolo Sperate ancora di vedere Galaxy Fold? Secondo Samsung sarebbe pronto al debutto sul mercato sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  23. Poche ore fa abbiamo appreso la data scelta per la presentazione ufficiale di Galaxy Note 10 da parte di Samsung ed ora torniamo a parlarne perché sono emersi nuovi dettagli sul suo design. Stando a quanto diffuso dal noto Ice Universe il prossimo top di gamma Samsung potrebbe non presentare una capsula auricolare per “risparmiare” una porzione di pannello anteriore per dedicarla al display, non pesando negativamente sull’ingombro dimensionale. Pertanto Galaxy Note 10 potrebbe avvalersi di una tecnologia non inedita, quella che offre la trasmissione del suono sfruttando la piezoelettricità dei materiali usati. In tal caso si chiamerebbe Sound on Display ma l’abbiamo già vista su altri dispositivi, il più recente è stato Huawei P30 Pro. LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A70, la recensione L’immagine riportata nella galleria in basso mostra un’ipotetico prototipo di vetro per il display di Galaxy Note 10. Chiaramente le informazioni riportate non sono da considerarsi ufficiali, avremo le dovute conferme a valle della presentazione del 7 agosto. Note 10's "chin" is very narrow, the same level as the iPhone, no speaker grooves on the forehead, which means that the flagship Sound on Display(SoD) technology will replace the traditional speaker. The forehead will be narrower. pic.twitter.com/6aRGQIG0ee — Ice universe (@UniverseIce) June 19, 2019 1 vai alla fotogallery L'articolo E se Galaxy Note 10 non avesse auricolare? Più spazio al display grazie alla tecnologia Sound on Display (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  24. Ho tolto e rimesso due volte l app per scaricare l OTA della Beta di Q... Ma niente... Non mi arriva l aggiornamento! Qualcuno mi sa spiegare perché ? Inviato dal mio PH-1 utilizzando Tapatalk
  25. Militico

    iOS 13 [OFFICIAL THREAD]

    Non è il primo ad aver problemi con mail,io al momento tutto nella norma Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  26. Fabrizio BT1

    iOS 13 [OFFICIAL THREAD]

    Ragazzi a voi le mail funzionano bene? @chicco R1 Revolution riceve la notifica ma poi aprendo la posta in entrata non le trova e deve aggiornare per farle uscire fuori. A me funzionano perfettamente, suona e poi le trovo regolari.
  27. Amazon punta ancora sui buoni sconti per concentrare l’attenzione sui propri servizi digitali. Dopo le varie promozioni dedicate a Prime Video, oggi troviamo un’offerta molto simile per l’app Amazon Music, con la quale potrete ricevere un buono da 5€ in regalo per gli acquisti sullo store. La promozione è valida fino al 30 giugno 2019 ed è riservata solo agli utenti Prime che non hanno mai utilizzato Amazon Music da app. Per ricevere il buono regalo è necessario scaricare l’app di Amazon Music per Android o iOS sul proprio dispositivo ed effettuare l’accesso al servizio per la prima volta con il proprio account Prime. Successivamente riceverete una email con il codice promozionale, da utilizzare entro il 31 luglio 2019 per ricattare il buono. LEGGI ANCHE: iPhone XS in offerta lampo su Amazon Una volta in possesso del buono, potrete sfruttarlo per tantissimi prodotti venduti e spediti da Amazon, su ordini con una spesa minima di 20€. Per maggiori informazioni sulla promozione, potete consultare il sito ufficiale che trovate a questo indirizzo. Di seguito trovate invece i link per scaricare l’app di Amazon Music per Android e iOS. L'articolo Provate l’app di Amazon Music e potrete ricevere 5€ in regalo sembra essere il primo su AndroidWorld. Visualizza l'articolo completo
  1. Carica altre attività
×
×
  • Crea Nuovo...